Aumento dei glutei

E’ un’intervento di una certa facilità, ma bisogna distinguere tra due tecniche entrambe usate con successo. La prima è la più tradizionale consiste nell’inserire attraverso un’incisione che rimarrà nascosta dal solco delle natiche nel post-operatorio, delle protesi adeguate.
La seconda, più moderna e raffinata, è quella di “scolpire” i glutei con speciali infiltrazioni del grasso che può trovarsi in eccesso in altri punti del corpo o con progressive iniezioni di acido ialuronico per i soggetti molto magri. Quando non si inserisce una protesi, che peraltro in quel punto molte donne trovano scomoda, è particolarmente importante la maestria del chirurgo, che si trova sostanzialmente a modellare le forme come farebbe un bravo scultore.
Oltretutto, a differenza delle protesi, che garantiscono un risultato permanente e stabile nel tempo, le infiltrazioni devono essere pensate e progettate tenendo conto della tendenza del corpo a riassorbirne una parte nel tempo. E’ dunque necessaria una particolare accortezza di “calcolo” per garantire a lungo un perfetto effetto di sollevamento e sostegno. Per progettare l’intervento è dunque essenziale un approfondito colloquio medico e una visita specialistica del chirurgo, che secondo le tue caratteristiche fisiche e la propria esperienza esperienza saprà consigliarti al meglio il percorso da svolgere.

  • A chi si rivolge: donne
  • Durata intervento:  1-2 ore in day hospital
  • Anestesia richiesta: locale
  • Effetti:  permanenti
  • Tempi di recupero:  3 giorni
  • Pienezza del risultato: 20 giorni
  • A partire da 5.000 euro
    Secondo le modalità d’intervento (con o senza protesi) e le difficoltà
  • A Firenze, Roma, Trento, Torino, Palermo, Verona, Reggio Emilia, Parma